Montona, il borgo medievale senza tempo

Montona, il borgo medievale senza tempo - 5.0 out of 5 based on 8 votes
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 5.00 (8 Votes)

Montona, un borgo medievale dell'Istria in Croazia, si trova nella parte settentrionale della regione, vicino allo splendido borgo di Grisignana e non lontano dal confine con la Slovenia.

La storia di Montona

La cittadina di Montona sorge su un colle di natura carsica che domina la vallata del fiume Quieto. Dominata inizialmente dai Romani e dal Patriarcato di Aquileia, conobbe il suo splendore durante la dominazione Veneziana. La fedeltà al doge di Venezia durò quasi settecento anni nei quali la Serenissima fortificò la difesa della cittadina con una cinta muraria e valorizzò l'area boschiva circostante.

Come per il resto dell'Istria, Montona passò sotto il dominio Asburgico fino al 1918, anno in cui la sovranità italiana si estese anche su questo piccolo borgo medievale.

Fino allo scoppio della seconda guerra mondiale, la maggioranza della popolazione locale era di etnia italiana, a seguire, con la costituzione dell'esercito di liberazione di Tito che proclamava con fermezza l'annessione di tutta la Venezia Giulia alla Jugoslavia, quest'ultima scelse la via dell'esodo in Italia e nel mondo.

Dal 1947 Montona fu annessa alla Jugoslavia fino al 1991, anno in cui fu inglobata nella neonata Repubblica di Croazia. In questi anni la presenza italiana non è stata cancellata dal borgo che, ai giorni nostri, annovera la presenza del 15% circa di persone che usano l'italiano come lingua madre. 

Cosa vedere a Montona

Il centro storico è circondato da una splendida cinta muraria conservata ancora nei giorni nostri. Anticamente il castelliere era circondato da una doppia parete muraria e per entrare nella città è necessario attraversare una porta, chiamata Porta Nuova, dove viene eretta sopra la torre, ben visibile anche dalla valle circostante.

Passeggiando sulle vie del borgo è obbligatorio fermarsi in Piazza Andrea Antico ed ammirare la chiesa rinascimentale di Santo Stefano, colma di tesori veneziani come le statue di marmo di Santo Stefano e i dipinti del Cenacolo. Fronte la chiesa troverete un pozzo, ovvero una cisterna d'acqua del quindicesimo secolo.

Continuando il percorso lungo le mura della città si arriva alla Loggia di Montona, un luogo romantico con una vista mozzafiato sulla vallata adiacente. La Loggia, di matrice Veneziana, è conosciuta con il nome di Lobia Maior. Il legame con la Serenissima è visibile data la presenza di una decina di Leoni di San Marco presenti in tutto il centro storico.

Per gli amanti delle escursioni, Montona offre una splendido bosco che si estende nella vallata del fiume Quieto fino all'abitato di Livade. E' un bosco di oltre 250 ettari, di tipo alluvionale, dove è possibile trovare i pregiati tartufi

Come raggiungere Montona

Per chi proviene dall'Italia Montona si raggiunge comodamente in automobile partendo da Trieste città e seguendo l'itinerario Capodistria- Portorose - Umago. Giunti al confine sloveno-croato c'è la possibilità di passare per le strade di campagna seguendo l'itinerario per Buie - Grisignana - Montona oppure scegliete la comoda autostrada Y istriana fino all'uscita Montona / Parenzo Nord / Visignano. 

Se invece amate pedalare in mezzo alla natura scegliete il percorso in bicicletta della Parenzana: Montona si trova quasi alla fine di questo splendido itinerario, superati i borghi di Grisignana, Castagna e Piemonte d'Istria.

 

Tags: Istria, Montona, Borgo medievale

Potrebbe interessarti anche...