San Dorligo della Valle - Val Rosandra

San Dorligo della Valle, area naturale tra Carso e Istria

San Dorligo della Valle, area naturale tra Carso e Istria - 5.0 out of 5 based on 6 votes
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 5.00 (6 Votes)

San Dorligo della Valle, conosciuto anche con il nome sloveno di Dolina, si trova in Italia, di cui una parte del comune appartiene all'Istria e confina direttamente la Slovenia. E' famoso perché nell'area comunale è stata istituita la Riserva Naturale della Val Rosandra, area naturalistica immersa nel bosco e nelle cavità del Carso, dove è possibile ammirare una splendida vista sul Golfo di Trieste.

La storia di San Dorligo della Valle

San Dorligo della Valle è un comune di cui una parte appartiene geograficamente all'Istria. Si trova in Italia, in provincia di Trieste, al confine con la Slovenia. 

Il nome San Dorligo è attribuito al Santo Patrono della città, Sant'Ulderico, che anticamente veniva chiamato dai triestini "Dorligo". In realtà questo comune è da sempre conosciuto con il toponimo sloveno "Dolina" che significa "valle". Il territorio infatti è una valle solcata principalmente dal torrente Rosandra e l'intera area comunale passa da un altitudine molto bassa sino a giungere a quasi 600 metri sopra il livello del mare nella frazione di Draga Sant'Elia.

Da sempre legata alla storia della vicina Trieste, fu crocevia del conflitto tra Austria e Venezia per il dominio in quest'area. Alla fine, il comune fu soggetto principalmente alla dominazione Austriaca. Dopo il primo conflitto mondiale, San Dorligo della Valle entrò amministrativamente sotto l'Italia. A fronte della sconfitta italiana nella seconda guerra mondiale San Dorligo della Valle assieme a Trieste e Muggia ed i comuni carsici di Duino-Aurisina, Sgonico e Monrupino furono assegnati alla zona A del Territorio Libero di Trieste ad amministrazione anglo-americana. Dopo il 1954 San Dorligo della Valle tornò definitivamente sotto l'Italia perdendo alcune frazioni tra le quali "San Servolo" che ospita un bellissimo castelliere che si trova attualmente in Slovenia sotto il comune di Capodistria.

Il comune è ufficialmente bilingue italo-sloveno in quanto la maggioranza della popolazione è di madrelingua slovena.

Cosa vedere a San Dorligo della Valle

La Riserva Naturale della Val Rosandra è un'area naturale protetta dove scorre il torrente Rosandra, che è uno dei pochi torrenti del Carso che scorre in superficie. La Val Rosandra è una meta ideale per escursionisti nonché per tutti gli appassionati della speleologia, dato che il Carso è un'area ricca di grotte. La valle è affascinante perché dalle sue alture si gode di un panorama mozzafiato sul Golfo di Trieste e sull'Istria settentrionale. E' consigliato vivamente in autunno dato che la vegetazione carsica si colora di rosso vivo e di giallo spezzato dal grigio calcare delle rocce con sfondo sul blu del mare.

Come raggiungere San Dorligo della Valle

San Dorligo della Valle dista circa 8 km dal centro di Trieste. E' possibile tuttavia passare anche per le zone carsiche del capoluogo giuliano in direzione Basovizza seguendo la SS14 "Strada di Fiume". Dalla Slovenia si raggiunge attraverso il valico di Pesek mediante la direttrice Lubiana-Kozina oppure da Capodistria percorrendo il valico di Rabuiese.

L'aereoporto più vicino è quello di Trieste - Ronchi dei Legionari e dista circa 35 km.

Tags: Istria, Italia, San Dorligo della Valle, Dolina, Val Rosandra

Potrebbe interessarti anche...